martedì 30 gennaio 2018

martedì 30 gennaio 2018

Michele Campanella
pianoforte e concertatore

MOZART Rondò per pianoforte K.511
MOZART Concerto n.23 per pianoforte e orchestra K.488
MOZART Fantasia per pianoforte K.475
MOZART Concerto n.24 per pianoforte K.491

Michele Campanella, uno dei più grandi pianisti italiani, autentico intellettuale della musica, dopo oltre mezzo secolo di carriera è ormai insofferente verso i direttori al punto che, quando viene chiamato a suonare con un’orchestra, preferisce guidarla da sé. Per il suo ritorno all’ORT opta per un tutto Mozart: lavori dell’epoca in cui, dopo aver abbandonato impetuosamente il posto fisso in orchestra nella natia Salisburgo, il compositore ha scelto ormai di abitare a Vienna facendo il libero professionista. Pezzi forti sono i due Concerti, il sole e la luna, scritti a distanza di pochi mesi l’uno dall’altro durante la gestazione delle Nozze di Figaro. In luminosa tonalità maggiore il K.488 messo al mondo al principio del 1786. In rannuvolata tonalità minore il K.491, di poche settimane successivo. Da solo al pianoforte Campanella suona altre due pagine in minore, che mostrano di Mozart l’aspetto più introspettivo, lunare, nel quale l’Ottocento volle scorgere una anticipazione degli umori romantici: il Rondò K.511 e la Fantasia K.475.

 

Piombino, Teatro Metropolitan
giovedì 25 gennaio 2018 ore 21.00

Figline Valdarno, Teatro Garibaldi
venerdì 26 gennaio 2018 ore 21.00

Empoli, Teatro Excelsior
lunedì 29 gennaio 2018 ore 21.00

Firenze, Teatro Verdi
martedì 30 gennaio 2018 ore 21.00 > ACQUISTA BIGLIETTO
concerto trasmesso in differita su Rete Toscana Classica