mercoledì 11 aprile 2018

mercoledì 11 aprile 2018

Lorenza Borrani violino e concertatore
Anthony Romaniuk clavicembalo
Chiara Morandi violino

SCHNITTKE Sonata n.1 per violino e pianoforte (versione per violino e orchestra d’archi con cembalo)
SCHNITTKE Moz-Art alla Haydn, concerto per due violini e orchestra d’archi
HAYDN Sinfonia Hob.I:60 Il distratto

La violinista Lorenza Borrani fa musica in pubblico da quando era bambina. È cresciuta alla Scuola di Fiesole dove Piero Farulli la portava in palmo di mano (adesso vi continua a insegnare). Poi Lorin Maazel l’ha invitata a essere spalla della Filarmonica Toscanini di Parma e Claudio Abbado l’ha voluta per la sua Orchestra Mozart, frequentata solo da strumentisti impeccabili. Ma nel tempo è stata primo violino di tante altre orchestre; da un decennio, specialmente, della Chamber Orchestra of Europe. E ne ha perfino fondata una sua: la Spira Mirabilis, che tiene concerti senza direttore dopo giorni e giorni di preparazione durante i quali i componenti discutono sulla rotta da seguire per l’interpretazione. Con l’ORT, che guida imbracciando il suo violino (avendo come compagni la collega Chiara Morandi e il cembalista Anthony Romaniuk), propone un programma che dal secondo Novecento del compositore russo Alfred Schnittke, erede di Šostakovič, si riconnette, all’indietro, al Settecento viennese di Haydn e Mozart.

 

Figline Valdarno, Teatro Garibaldi
martedì 10 aprile 2018 ore 21.00

Firenze, Teatro Verdi
mercoledì 11 aprile 2018 ore 21.00 > ACQUISTA BIGLIETTO
concerto trasmesso in differita su Rai Radio3