Call to Music

Call to Music 


EDIZIONE 2017-2018
per gli studenti delle Scuole Superiori di II grado a cura di Marco Mangani



Numeri da record la scorsa stagione per il progetto fiore all’occhiello della Fondazione ORT: l’iniziativa è rivolta alle Scuole Secondarie di II grado del territorio fiorentino e si propone di fornire gli strumenti fondamentali per accostarsi alla grande musica del passato e del presente, alla sua storia e al suo repertorio, in relazione al programma scolastico svolto.
Un percorso di avvicinamento alla tradizione musicale, per formare così, nella scuola di oggi, gli ascoltatori di domani.

Con una formula specifica per il triennio, ed eventi dedicati alle classi del biennio, la stagione passata ha visto la partecipazione di 546 studenti e 54 insegnati provenienti da sette Licei fiorentini, per un totale di 1587 presenze da novembre a maggio, più della capienza del Teatro Verdi (1.497 posti).

Il lavoro intrapreso con gli istituti fiorentini ha visto confermare negli anni l’adesione del Liceo Michelangiolo, Liceo Dante, Liceo Machiavelli-Capponi, Istituto Serve di Maria, Liceo Gramsci, Liceo dei Colli Waldorf e il Liceo Scientifico Agnoletti di Sesto Fiorentino. Inoltre dallo scorso anno il progetto ha aperto le porte anche agli studenti dell’area metropolitana ampliando l’offerta formativa al Liceo Volta di Colle Val d’Elsa e l’Istituto Vasari di Figline Valdarno.

Invito alla Musica offre agli studenti un percorso strutturato di didattica dell’ascolto, integrato da un abbonamento speciale alla stagione concertistica dell’ORT.
Gli interventi, che avvengono nelle classi, in orario scolastico e in compresenza con il docente accogliente, si muovono lungo due direttrici convergenti: da un lato, forniscono gli strumenti analitici e critici di base per l’ascolto dei brani eseguiti nell’ambito della stagione; dall’altro, costruiscono una rete interdisciplinare che consente agli studenti di collocare la musica nel quadro storico-culturale offerto dai programmi di studio delle diverse discipline.
Complessivamente, l’obiettivo è quello di contribuire a formare gli ascoltatori di domani, ossia dei cittadini consapevoli che siano in grado di includere l’immenso patrimonio musicale dell’Occidente entro il proprio orizzonte culturale.
I formatori che intervengono direttamente nelle classi sono: Marco Mangani, Giulia Sarno e Marco Gallenga.

Il progetto è articolato in cinque diversi programmi, uno per ciascuna delle cinque classi della Scuola Secondaria di II grado.



ANDIAMO A TEATRO
classi prime

La struttura dell’orchestra; la storia del teatro all’italiana (con visita al Teatro Verdi); le pratiche di ascolto, partecipare ad un concerto serale di musica colta della stagione concertistica.

IMPARIAMO AD ASCOLTARE
classi seconde

La struttura del pensiero musicale, dai criteri elementari di elaborazione delle idee fino alla costruzione delle forme strumentali, con particolare riferimento al concerto e alla sinfonia.

QUESTIONE DI STILE
classi terze

Il riconoscimento dello stile di un’epoca e dei suoi principali autori (con esercitazioni pratiche e test d’ascolto).

MUSICA E SOCIETÀ
classi quarte

La musica come discorso pubblico, dall’opera alla sala da concerto; la musica strumentale e i suoi significati; il ruolo sociale della musica nel secolo dei Lumi; il nuovo corso della storia e la figura di Beethoven.

UN CONTINUO PROGRESSO
classi quinte


Il ruolo della musica nella definizione del mondo attuale, dal Romanticismo al Novecento.

TRIENNIO > abbonamento a 3 concerti a scelta tra tre percorsi musicali | 18,00 euro
BIENNIO > acolto di un concerto a scelta tra due indicati | 6,00 euro

per info tel. 055 2340710 (interno 3) | ortstampa@orchestradellatoscana.it