giovedì 4 maggio 2017


Garry Walker
direttore

IBERT Hommage a Mozart
MOZART Sinfonia n.41 K.551 'Jupiter'
SCHUBERT Sinfonia n.3 D.200
 
Serata che orbita attorno a Mozart, con l'Omaggio del francese Ibert datato 1956 e, del 1815, la Sinfonia n.3 di Schubert ragazzo influenzata, appunto, dai modelli mozartiani. Invece del compositore salisburghese ascoltiamo l'ultima sinfonia, la K.551, scritta nell'estate 1788 e mai eseguita lui vivente. Appartiene a uno dei periodi più bui della sua vita, segnato dalla morte della figlioletta Theresia, dal declino della sua fortuna presso il pubblico viennese e da debiti cospicui che non avrebbe potuto saldare se i confratelli massoni non avessero messo mano al portafoglio. Eppure tutti questo non emerge dalla sinfonia, che anzi è grandiosa, possente, luminosa come una scultura classica (da cui il nomignolo di Jupiter, Giove). E anche intrisa di grande sapienza compositiva dovuto allo studio assiduo del contrappunto di Bach, autore allora ignoto ai più, ma che in quel periodo Mozart stava imparando a conoscere. Sul podio lo scozzese Garry Walker, dalla prossima stagione direttore principale della Rheinische Philharmonie Koblenz.
Pisa, Teatro Verdi
martedì 2 maggio 2017 ore 21.00
Poggibonsi, Teatro Politeama
mercoledì 3 maggio 2017 ore 21.00
Firenze, Teatro Verdi
giovedì 4 maggio 2017 ore 21.00 >ACQUISTA BIGLIETTO