mercoledì 30 novembre 2016

FESTA della TOSCANA
Christoph Poppen direttore
Anna Fusek flauto dolce

MOZART Sinfonia n.31 K.297 ‘Paris’
BACH/VIVALDI Concerto versione per flauto dolce, archi e  basso continuo BWV 975/RV 316 (arrangiamento di A.Fusek)                         
BACH Concerto italiano versione per flauto dolce, archi e basso continuo BWV 971 (arrangiamento di A.Fusek)   
VIVALDI Concerto per flautino, archi e basso continuo RV 443
HAYDN Sinfonia Hob. I:104 ‘London’
>> PROGRAMMA DI SALA
>> FOTO GALLERY
 
Torna a trovarci il tedesco Christoph Poppen, direttore principale dell'Orchestra da Camera di Colonia e ospite della Hong Kong Sinfonietta. Benché il suo spazio d'elezione sia la musica d'oggi, stavolta si immerge nel Settecento insieme al flauto dolce della praghese Anna Fusek, artista poliedrica che suona professionalmente pure violino e piano, fa l’attrice e la musicologa. A lei si devono le due trascrizioni da Bach: un gioco di riflessi e di mascheramenti da far perdere la testa, perché queste partitura bachiane sono a loro volta copie d’artista della musica italiana d’allora. Principalmente di Vivaldi, che il tedesco Bach studiava di continuo per poi farne della cover con altri strumenti. E cover di cover sono quelle della Fusek. In programma anche due Sinfonie classiche. La K.297, Mozart la compose nel 1788 per Parigi, secondo lo stile musicale in voga nella città: lì, stufo di vivere a Salisburgo, era andato per cercare un’occupazione ma non si procurò che amarezze. E la London, del 1795, che l’anziano Haydn celeberrimo in tutta Europa scrisse durante il suo secondo soggiorno in Inghilterra, dove gli vennero tributati onori da re. 
Firenze, Teatro Verdi
mercoledì 30 novembre 2016 ore 21.00
Massa, Teatro Guglielmi
venerdì 2 dicembre 2016 ore 21.00
Pisa, Teatro Verdi
martedì 6 dicembre 2016 ore 21.00

Per poter condividere i nostri contenuti su Twitter devi aver accettato l'utilizzo dei cookie
Per poter condividere i nostri contenuti su Facebook devi aver accettato l'utilizzo dei cookie
Per poter condividere i nostri contenuti su Google+ devi aver accettato l'utilizzo dei cookie