giovedì 7 febbraio 2019

giovedì 7 febbraio 2019

Giordano Bellincampi direttore
Pietro De Maria pianoforte

WEBERN Langsamer Satz (versione per orchestra d’archi)
CHOPIN Concerto n.2 per pianoforte e orchestra op.21
BEETHOVEN Sinfonia n.4 op.60

replica a Milano (6 feb), Arezzo (8 feb)

 

All’approfondimento di Fryderyk Chopin il pianista Pietro De Maria ha dedicato parecchi anni, culminati in una ciclo concertistico con l’integrale delle opere proposto in parecchie sale italiane e in una fortunata registrazione da tredici cd per Decca. Ma De Maria non ha certo chiuso con Chopin. Continua a frequentarlo. E nel programma odierno ne suona il Concerto n. 2, scritto dal compositore per se stesso, quando non aveva nemmeno vent’anni, per portarselo in tournée attraverso l’Europa: un viaggio che dal 1830 lo condusse fuori dalla natia Polonia, dove poi non rimise più piede. Si ascoltano, anche, diretti da Giordano Bellincampo, lo struggente Lagsamer Satz di Anton Webern ventenne (ancora lontano, ai primi del Novecento, dalla pratica dodecafonica) e la Sinfonia n. 4 di Beethoven, quella che Schumann definì “una slanciata fanciulla greca tra due giganti nordici”, cioè la Terza e la Quinta. Bellincampi, di origine italiana, è un musicista la cui carriera è incardinata completamente in Danimarca, dove si è trasferito giovanissimo.

 

Milano, Sala Verdi del Conservatorio | Società dei Concerti
mercoledì 6 febbraio 2019 ore 21.00

Firenze, Teatro Verdi > ACQUISTA BIGLIETTI
giovedì 7 febbraio 2019 ore 21.00

Arezzo, Teatro Mecenate 
venerdì 8 febbraio 2019 ore 21.00