Il nuovo Cartellone 18/19

Il nuovo Cartellone 18/19

Lo scorso 14 maggio l’ORT ha presentato la Nuova Stagione

Lunedì 14 maggio è stata presentata, con un mese di anticipo rispetto alla consuetudine, la nuova Stagione Concertistica dell’ORT 2018/2019, la numero 38.
Ci lasciamo alle spalle un anno di conferme, in cui si è fatta sentire ancora più forte la voglia della Fondazione ORT di essere una garanzia per la città e per il territorio regionale.
Alle attività rinnovate ogni anno con grande entusiasmo, aggiungiamo adesso nuovi progetti.

Guardando la nuova stagione possiamo dire che il direttore artistico Giorgio Battistelli ha disegnato il calendario caratterizzandolo con molte novità artistiche, nella scelta di volti nuovi – che intraprenderanno un percorso di collaborazione a lungo termine – e nella composizione di un programma come sempre, pieno di sorprese.
L’idea di fondo è di condividere l’eredità culturale dell’Europa, cogliere più aspetti possibili delle musiche del nostro continente, dal ‘700 ai giorni nostri.
È in questo spirito che si propone una dedica originale al genio musicale beethoveniano, in anticipo rispetto alla celebrazione dei 250 anni dalla sua nascita previsti nel 2020 (anno in cui anche l’ORT compirà gli anni, e saranno 40).
Non mancheranno come sempre piccoli momenti rivolti al repertorio contemporaneo, caratteristica unica della nostra Orchestra che non si lascia intimorire dalla “diffidenza del nuovo” e continua a rivolgere il suo sguardo alla musica d’oggi.
Con la nuova stagione viene a disegnarsi anche un’iniziativa importante che ha come obiettivo la valorizzazione di artisti di acclarato talento, aspetto che la Fondazione ORT ha curato da sempre durante la sua storia, puntando su nomi quali Daniel Harding, Thomas Dausgaard (oggi direttore onorario) e naturalmente lo stesso Daniele Rustioni. Questa collaborazione che potremmo definire “in-residence” (con durata biennale) sarà rivolta a solisti che oggi affermano il proprio talento calcando la scena italiana e internazionale.
Confermato il progetto di ospitalità con le orchestre amiche che vede la presenza in stagione dell’Orchestra Haydn di Trento e Bolzano con solista la violoncellista Miriam Prandi.
Una delle novità di quest’anno è invece il Concerto di Capodanno (fuori abbonamento) programmato per il primo giorno del 2019 alle ore 17.00 al Verdi di Firenze. L’idea nasce dal progetto triennale intrapreso con la Fondazione Festival Pucciniano che vedrà l’Orchestra impegnata in molti eventi della riviera versiliana, prima fra tutti la partecipazione ad agosto alla 64.ma edizione del Festival Puccini.

È già possibile acquistare biglietti e abbonamenti della nuova Stagione, al momento solo ed esclusivamente presso la Biglietteria del Teatro Verdi.

scarica COMUNICATO STAMPA
scarica CALEDNARIO CONCERTI 18_19
info prezzi e abbonamenti
Campagna Abbonamenti 18/19