domenica 9 febbraio 2020

domenica 9 febbraio 2020
MOZART e BRAHMS: i Grandi Quintetti

Quintetto d’archi dell’ORT

Pisa

#GruppidaCamera

Daniele Giorgi, Patrizia Bettotti violini
Pierpaolo Ricci, Caterina Cioli viole
Augusto Gasbarri violoncello

MOZART Quintetto per archi n.3 K.515
BRAHMS Quintetto per archi n.2 op.111

produzione Fondazione ORT
durata totale 60 minuti circa
non è previsto intervallo

Pisa, Palazzo Blu – Auditorium
domenica 9 febbraio 2020 ore 11.00

Un focus sulla formazione del quintetto d’archi attraverso due composizioni di due grandi autori. Il
quintetto d’archi è solitamente un quartetto a cui si aggiunge una seconda viola o un secondo
violoncello. Mozart, autore di sei quintetti con due viole, è riconosciuto come il primo grande autore di quintetti. L’interesse per questa singolare formazione cameristica era dovuto probabilmente al rilievo assunto dal timbro della viola, strumento a lui particolarmente caro, e ai possibili giochi simmetrici tra le due coppie di violini e di viole, unite o contrapposte al violoncello. La serie dei suoi quintetti si apre con il Quintetto in do maggiore K.515, presentato in questa occasione. Anche Brahms si dedicò alla composizione cameristica per piccole formazioni. Il fatto che per qualche tempo lui stesso abbia considerato il Quintetto per archi op.111 la sua ultima composizione (1890) oggi fa sorridere (negli anni successivi verranno altre opere sublimi).