Menu
  • it
  • en
  • Teatro Verdi

    Graticcia con vista

    Non c’è battaglia, la “graticcia” più bella di Firenze ce l’abbiamo noi. O almeno, quella con la vista migliore. Il viaggio nei segreti del Teatro Verdi prosegue con un passaggio da questo luogo sospeso nel vuoto e nel tempo, guidati dal nostro responsabile tecnico, Walter Sica.

    40 Ort

    L’amico Max …

    Peter Maxwell Davies, Max per gli amici, è sempre stato una persona dall’intelligenza vivacissima, curioso ed anticonformista, appassionato ed instancabile. Frequentatore dell’ORT da lunga data, ha avuto un rapporto particolare con Andrea Tacchi. Li unisce anche uno stesso brano, eseguito due volte al Teatro Verdi di Firenze a distanza di sedici anni.

    40 Ort

    Un violino per l’ORT | 7

    Cassa e manico si incontrano. Un passaggio cruciale e delicato che porta ulteriormente avanti il lavoro del nostro liutaio. È una nuova puntata del nostro racconto, mentre corde e piroli stanno già aspettando.

    40 Ort

    Un violino per l’ORT | 6

    Nel suo laboratorio di Badia a Settimo, Lorenzo Belardi con attenzione e necessaria pazienza prosegue la costruzione del violino. Siamo a buon punto, ma non bisogna perdere la concentrazione, la strada è ancora lunga. È una questione di “manico” e anche di “testa”.

    Teatro Verdi

    Un lampadario magico

    All’ingresso del Teatro Verdi, nel primo foyer, c’è un suggestivo lampadario. Magari non ci avete fatto nemmeno caso entrando, eppure ha una sua storia. E soprattutto una sua poesia. Ce la racconta Tiziana Goretti che lavora negli uffici della direzione artistica dell’ORT. È li che lei si dà appuntamento con i bambini dei nostri matinée.

    40 Ort

    Un violino per l’ORT | 5

    La costruzione del “nostro” violino va avanti nonostante tutto. Avere un laboratorio casalingo, in questa condizione, aiuta. Lo strumento prende forma e in questi giorni diventa un piccolo ma significativo simbolo per non arrendersi, per guardare al domani.

    Extra ORT

    Sopra le nostre teste

    Vi portiamo a vedere cosa si nasconde nel sottotetto del Teatro Verdi che noi chiamiamo affettuosamente “il soffittone”. Mondi paralleli, perlopiù ignorati, con molte storie da raccontare. Ci guida il capo dei nostri elettricisti.

    40 Ort

    Un violino per l’ORT | 4

    La costruzione dello strumento va comunque avanti anche in questi giorni difficili. Il laboratorio è sotto casa e quindi si può fare. Serve ad occupare il tempo lavorando, e a guardare al futuro. Nuovo appuntamento con il nostro liutaio.

    Extra ORT

    Mozart “alla fiorentina”

    Il 2 aprile del 1770 il quattordicenne Wolfgang Amadeus Mozart, per la prima volta nella sua vita, si esibì in concerto a Firenze presso la villa di Poggio Imperiale alla presenza della corte granducale. Esattamente 250 anni dopo si ricorda in musica quel momento in quello stesso luogo. Il racconto di uno dei prossimi protagonisti.

    Fondazione Orchestra Regionale Toscana - Partita I.V.A. 01774620486 - Privacy Policy - Cookie Policy - Realizzazione sito WWS Snc