Menu
  • it
  • en
  • #2022 #Season Concert

    Chiquito

    Tuesday 29 March 2022
    Pisa, Teatro Verdi
    Tuesday 29 March 2022 h. 9:00 p.m.
    WILLIAM CHIQUITO concertmaster
    Orchestra della Toscana
    Wolfgang Amadeus Mozart / Divertimento for Strings, K.136
    Johann Sebastian Bach/Mario Castelnuovo-Tedesco / Partita in B minor
    Franz Schubert/Gustav Mahler / Death and the Maiden
    Tickets
    Full € 15,00
    Reduced € 12,00
    Under 30 € 5,00
    Student Card of Tuscany € 10,00

    Tickets on sale from Friday 1st October at the box office of the Teatro Verdi in Pisa, open from Tuesday to Saturday 11:00 am - 1:00 pm; Tuesday, Thursday and Saturday also from 4:00 pm to 6:00 pm

    Telephone Ticket Office tel. 050 941188 (from Tuesday to Saturday 9:00 - 11:00 am; Tuesday, Thursday and Saturday also from 2:00 to 4:00 pm)

    Tickets on sale online, exclusively at full price, on www.vivaticket.it

    Soltanto da qualche mese William Chiquito è primo violino dell’ORT. Viene da Roma, dall’Orchestra dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia, dove è stato violino di fila. Prima ancora, questo trentatreenne colombiano aveva vissuto parecchio a Firenze, da studente (e poi giovanissimo docente) della Scuola di Fiesole. A Medellín, dove è nato, gli era capitato di crescere in un quartiere difficile. Se, ragazzino, non avesse incontrato casualmente la musica grazie ai progetti sociali di orchestre infantili e giovanili presenti in tante nazioni dell’America Latina, avrebbe potuto entrare in giri brutti. Invece il talento e la tenacia l’hanno preservato, e così ha potuto costruirsi un bel futuro. Merito anche del connazionale Fernando Botero, l’artista celebre per dipingere e scolpire figure festosamente sovrappeso, che lo ha sostenuto con una borsa di studio per Fiesole. In questo programma Chiquito guida da solo gli archi della sua nuova orchestra: non sarà difficile per chi, come lui, da diverso tempo è abituato a stare alla testa di un quartetto – il Quartetto Henao, nato nel 2014 fra strumentisti di Santa Cecilia. Il concerto comincia con il Mozart adolescente del Divertimento K.136. Prosegue con un arrangiamento della Partita in si minore di Bach dovuto a Mario Castelnuovo-Tedesco, fiorentino che a causa delle leggi razziali dovette fuggire in America dove si guadagnò da vivere scrivendo colonne sonore per Hollywood e insegnando a futuri maestri del genere, come Henry Mancini e John Williams. Infine la trascrizione firmata Gustav Mahler di uno dei più belli e strazianti quartetti d’archi di Schubert, La morte e la fanciulla.


    Fondazione Orchestra Regionale Toscana - VAT 01774620486 - Cookie Policy - Realizzazione sito WWS Snc