Menu
  • it
  • en
  • #2024 eventi #Stagione Concertistica

    Conlon

    giovedì 7 novembre 2024
    Firenze, Teatro Verdi
    giovedì 7 novembre 2024 ore 21:00
    JAMES CONLON direttore
    Orchestra della Toscana
    Christoph Willibald Gluck / 'Orfeo ed Euridice': selezione di brani dal II atto
    Wolfgang Amadeus Mozart / Sinfonia n.40 K.550
    Franz Joseph Haydn / Sinfonia n.103 'Rullo di timpani'
    Biglietti
    Intero €22,00 *
    Ridotto €18,00 *
    Under 30 €10,00
    Studenti €5,00
    (*) +€2,00 se acquistati in prevendita

    Biglietti in vendita online su Ticketone.it, nei punti vendita del Circuito Ticketone, e dal 17 giugno alla Biglietteria del Teatro Verdi (tel. 055 212320 - da lunedì a venerdì ore 10:00-13:00 e 16:00-19:00)
    Per informazioni tel. 055 0681726 - teatro@orchestradellatoscana.it

    Ci porta nella Vienna del secondo Settecento il programma di James Conlon, direttore onorario dell’ORT. Il Maestro statunitense (di origini lucane) propone la più celebre tra le sinfonie di Mozart, penultima del suo catalogo, e un capolavoro di chi il genere della sinfonia ha modellato, Franz Joseph Haydn. La K.550 di Mozart è parte di una trilogia sinfonica concepita quasi di getto nell’estate del 1788, all’età di trentadue anni: in vita non poté mai udirne nessuna delle tre, perché nel tempo che gli restava (morì nel 1791), non trovò occasione per farle eseguire. Del trittico, questa è la più patetica, agitata, turbolenta: del resto è in sol minore, tonalità che in Mozart esprime scompiglio emotivo. E difatti l’Ottocento la intese come partitura pre-romantica. Tutt’altro il clima in Haydn. “Rullo di timpani” è chiamata questa sua sinfonia (penultima, pure, tra le sue centoquattro), perché comincia proprio con tale effetto sonoro.
    In apertura Orfeo ed Euridice, l’opera di Christoph Willibald Gluck che nel 1762 puntò a riformare il melodramma italiano ripartendo da un mito fondativo del teatro musicale, quello del leggendario cantore che, grazie alla sua arte, riesce a farsi restituire l’amata sposa dal dio dei morti.





    Dove

    Dove


    Fondazione Orchestra Regionale Toscana - Partita I.V.A. 01774620486 Privacy Policy | Cookie Policy Realizzazione sito WWS Snc