Progetti

Progetti


La Fondazione ORT si è sempre distinta negli anni per le numerose e qualificate produzioni esclusive. Non solo commissioni dunque, ma veri e propri progetti intorno a idee originali. Il 25 aprile in Concerto è diventato un’imperdibile tradizione che dal 2004 celebra la Festa della Liberazione grazie alla collaborazione e il contributo della Presidenza della Giunta Regionale Toscana. L’alta qualità delle scelte artistiche ha determinato per questo appuntamento un grande e costante successo di pubblico. Oltre i consueti appuntamenti extra cartellone, la Fondazione negli ultimi anni ha realizzato nuove rassegne, animando il cartellone estivo da maggio a settembre.


25 Aprile in Concerto

La manifestazione rappresenta da sempre la fusione e incontro tra forme d’arte musicali variegate: dai suoni di Luciano Berio, Ludovico Einaudi, Stefano Bollani alle vocalità di Noa e Battiato. La sala del Teatro Verdi si è trasformata in officina di mestieri con i suoni degli artigiani di “Experimentum Mundi”; in cinema accompagnando in musica le pellicole di Lang, Keaton, Chaplin e dallo scorso anno si è fatto auditorium delle lettere di Pasolini, Elsa Morante e Kennedy per le voci narranti di Gabriele Lavia e Vinicio Marchioni.

Per il 25 aprile 2019 la Fondazione ORT continua con il teatro musicale portando sul palco la voce di Simone Cristicchi, che alternando registri vocali e stilistici darà vita a 14 personaggi, piccoli eroi quotidiani che sono stati attraversati dalla 2° Guerra Mondiale. Parole narrate, cantate che raccontano l’umanità nascosta tra le macerie.



Galà Lirico di Capodanno

Una delle novità di quest’anno è il Galà Lirico di Capodanno programmato per martedì 1 gennaio 2019. L’idea nasce dal progetto triennale sottoscritto con la Fondazione Festival Pucciniano che vedrà l’Orchestra impegnata in una produzione lirica del Festival e in altre collaborazioni concertistiche. Come ogni Capodanno che si rispetti, l’ORT celebra il nuovo anno con le più belle musiche e arie d’opera tratte da Don Pasquale, Elisir d’amore di Gaetano Donizetti, Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart, Manon Lescaut, Bohéme, Gianni Schicchi, Madama Butterfly, Tosca di Giacomo Puccini, Italiana in Algeri di Gioachino Rossini, Nabucco, Rigoletto, Traviata di Giuseppe Verdi, Carmen di Bizet.
Protagonisti i cantanti Alessandro Corbelli, Roberto Scandiuzzi e Lucia Filaci, Leslie Visco, Costanza Fontana, Nina Zaziyants, Andrea Trueba, Valentina Pluzhnikova, Rodrigo Ortiz Miranda, per Corso d’Opera. Sul podio il direttore fiorentino Maurizio Agostini.
Il concerto, in collaborazione con Corso d’Opera e Fondazione Festival Pucciniano, è previsto in doppio appuntamento:
ore 12.00 al Teatro Eden di Viareggio e ore 17.00 al Teatro Verdi di Firenze.



Musart Festival

Il Musart Festival è l’evento estivo che ha luogo a luglio nel cuore di Firenze, in Piazza Santissima Annunziata, luogo di grande armonia stilistica, con i porticati su tre lati e due palazzi gemelli sul quarto che sembrano incorniciare la vista della Cupola del Brunelleschi. L’ORT, da due anni ospite in cartellone, si cimenta con la grande musica sinfonica del novecento. Per il debutto a luglio 2017, centocinquanta elementi sul palco in un programma d’eccezione, diretto da Daniele Rustioni – il Boléro di Ravel e i Carmina Burana di Carl Orff. Quest’anno la dedica alla musica statunitense che ha ispirato il Grande Cinema: Rhapsody in blue di George Gershwin, e le danze sinfoniche da West Side Story di Leonard Bernstein; sul podio il direttore e compositore americano Timothy Brock.



Ville e Giardini Incantati

Dalla collaborazione tra la Fondazione ORT e il Polo Museale della Toscana, è nato nell’aprile 2017 il progetto “Ville e Giardini incantati” che vede protagoniste le Ville medicee della Petraia, di Cerreto Guidi, di Poggio a Caiano e il giardino di Villa di Castello in una rassegna di appuntamenti firmati Orchestra della Toscana.

Grande successo per il cartellone di concerti estivi dell’ORT, alla scoperta di alcune delle più belle Ville e Giardini medicei. Quest’anno, per la seconda edizione, i concerti sono aumentati da 8 a 12, programmati da giovedì 31 maggio a sabato 23 giugno, per cinque diverse produzioni musicali.
Il Giardino della Villa medicea di Castello, la Villa medicea La Petraia, la Villa medicea di Poggio a Caiano e la Villa medicea di Cerreto Guidi, rappresentano quattro luoghi emblematici dello straordinario scenario culturale e paesaggistico appartenente oggi al sito seriale “Ville e giardini medicei in Toscana” dichiarato patrimonio dell’Umanita nel 2013.
In programma prima di ogni concerto la possibilità di partecipare a visite gratuite della villa curate da guide esperte.