Menu
  • it
  • en
  • #2022 #Stagione Concertistica

    Borrani

    mercoledì 23 febbraio 2022
    Firenze, Teatro Verdi
    mercoledì 23 febbraio 2022 ore 21:00
    LORENZA BORRANI concertatore e violino
    Orchestra della Toscana
    Bruno Maderna / Music of Gaity
    Franz Joseph Haydn / Sinfonia Hob.I:56
    Bruno Maderna / Selezione di movimenti da 'Odhecaton Suites'
    Franz Joseph Haydn / Sinfonia Hob.I:90
    Biglietti
    Intero € 17,00
    Ridotto € 15,00
    + €2,00 di prevendita

    In vendita da mercoledì 1° settembre alla Biglietteria del Teatro Verdi (dal lunedì al venerdì ore 10.00-13.00 e 15.00-17.00), nei punti vendita del circuito Box Office e online su Ticketone.

    È germogliato alla Scuola di Fiesole il talento violinistico di Lorenza Borrani. Lo fiutò subito Piero Farulli, che portava la piccola Lorenza in palmo di mano. Poi la bambina è cresciuta e si è fatta un nome internazionale. Decisivo l’incontro con Claudio Abbado, che l’arruolò nell’Orchestra Mozart. Due esperienze, quella fiesolana e la Mozart, da cui lei ha appreso come il far musica non possa che essere attività collettiva, di confronto, di scambio, di ascolto reciproco: una sinergia di menti e cuori attraverso cui, grazie al suonare con gli altri, le potenzialità di ogni individuo non si addizionano soltanto, ma si moltiplicano all’infinito. Da qui l’idea di fondare, quattordici anni fa, quella singolare orchestra che è Spira Mirabilis: una comune musicale (priva perciò di direttore) i cui partecipanti vivono insieme per una o due settimane di prove e discussioni democratiche, ciascuno coinvolto in prima persona nel definire e modellare l’esecuzione dei pezzi da presentare in concerto. Proprio attorno a questa pratica del concertare la musica grazie a un dialogo tra pari – condotta anche con orchestre in Australia, Svizzera, Norvegia, con la Philharmonique di Radio France e il Mozarteum di Salisburgo – si è sviluppata negli ultimi anni l’attività di Lorenza Borrani, artista in residence dell’Orchestra della Toscana. Con cui, stavolta, gioca a ping pong tra antico e moderno, accostando due sinfonie di Haydn, seconda metà del Settecento, con due pagine in cui Bruno Maderna, compositore scomparso nel 1973, rielabora una serie di pagine inglesi per tastiera d’epoca elisabettiana (Music of Gaiety) e alcuni dei pezzi presenti nella prima stampa musicale della storia, l’antologia Odhecaton impressa a Venezia da Ottaviano Petrucci nel 1501.








    Fondazione Orchestra Regionale Toscana - Partita I.V.A. 01774620486 - Privacy Policy - Cookie Policy - Realizzazione sito WWS Snc