Menu
  • it
  • en
  • #2022 #Stagione Concertistica

    Cadario

    sabato 7 maggio 2022
    Siena, Teatro dei Rinnovati
    sabato 7 maggio 2022 ore 21:00
    ALESSANDRO CADARIO direttore
    LORENZA BORRANI violino
    ENRICO DINDO violoncello
    PIETRO DE MARIA pianoforte
    GIOVANNI SCIFONI voce recitante
    Orchestra della Toscana
    Ottorino Respighi / Rossiniana, suite per orchestra
    Giorgio Federico Ghedini / 'Concerto dell'Albatro' per violino, violoncello, pianoforte, voce recitante e orchestra (1945) *
    Pëtr Il'ič Čajkovskij / Romeo e Giulietta, ouverture-fantasia
    * testo da "Moby Dick" di Hermann Melville
    Biglietti
    info in arrivo

    Qualche decennio fa il Concerto dell’albatro era una presenza discreta ma salda nelle programmazioni concertistiche italiane. È un pezzo del 1945 firmato da Giorgio Federico Ghedini, compositore scultoreo, austero, d’intelligenza musicale limpida e profonda radicata nella tradizione antica, che è stato tra i maestri di Luciano Berio. Il Concerto – che attraverso i tre strumenti solisti gioca con la memoria del concerto grosso barocco – si ispira al passo di Moby Dick in cui viene descritto il primo incontro, sulla tolda del Pequod, con un albatro: un’influenza letteraria che si manifesta chiaramente solo nel quinto e ultimo movimento, quando un attore (qui Giovanni Scifoni) declama sulla musica alcuni passaggi del romanzo di Melville nella traduzione di Cesare Pavese. Il trio di musicisti protagonista del Concerto dell’albatro raduna tre nomi già presenti in questa stagione. Si tratta della violinista Lorenza Borrani, ascoltata in febbraio a capo dell’orchestra, del violoncellista Enrico Dindo, che ha aperto la stagione a ottobre, e del pianista Pietro De Maria, sentito in maggio. Sul podio Alessandro Cadario, attuale direttore ospite principale dell’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, a lungo impegnato nei tanti progetti di crescita culturale e inclusione sociale per ragazzi provenienti da situazioni svantaggiate promossi in Italia dalla rete del “Sístema”, il rivoluzionario progetto latinoamericano diffuso in Itala da Claudio Abbado. Nel programma della serata anche il Rossini ammodernato e ricucito con gusto primo novecentesco da Ottorino Respighi e il Romeo e Giulietta di Pëtr Il’ič Čajkovskij che prende spunto dalla tragedia shakespeariana.




    Fondazione Orchestra Regionale Toscana - Partita I.V.A. 01774620486 - Privacy Policy - Cookie Policy - Realizzazione sito WWS Snc