Menu
  • it
  • en
  • Ort

    Il Natale di Ceretta (e Piccotti)

    Il direttore principale dell’ORT introduce il programma che comporrà il concerto di Natale, da Mozart a Dvořák, passando per Čajkovskij.

    Ort

    La parola a Ceretta

    Il nuovo direttore principale dell’ORT racconta le sue sensazioni in vista della nuova avventura sul podio, anticipando i temi ed i contenuti dell’imminente concerto del primo dicembre al Teatro Verdi.

    Musica

    Restaurare senza cancellare

    L’antica pratica del restauro ha sempre cancellato le lesioni per riportare a nuovo l’opera d’arte. La tecnica moderna, però inverte la rotta: si mostrano le lacune per testimoniare il passaggio dell’opera nel tempo. È proprio a questa pratica che Berio si ispirò per comporre Rendering.

    Musica

    C’è Berio e Berio

    Nel programma televisivo “C’è musica e musica” Luciano Berio unì il suo sconfinato sapere musicale all’amore per la ricerca, regalandoci un’ ulteriore prova del suo eclettismo: questa volta nei panni di divulgatore. 

    Musica

    Berio visto da vicino

    Luciano Berio è stato il primo direttore artistico della nostra istituzione. Con lui abbiamo suonato in prestigiose sale internazionali. Molti dei nostri attuali professori sono stati da lui diretti, tra questi Chiara Foletto che ce lo racconta da quella prospettiva.

    Musica

    Riconoscenza e affetto

    Con l’ultimo concerto della stagione 2022-2023, l’Orchestra della Toscana vuole omaggiare la memoria del grande Luciano Berio, che con la sua scomparsa – ormai vent’anni fa – lasciava un profondo vuoto.

    Musica

    A coda di rondine

    Il compositore milanese Filippo Del Corno approda all’ORT con un brano inedito – commissionato da ORT e Pomeriggi Musicali – la cui struttura ricorda la tecnica artigianale detta “a coda di rondine”.

    Musica

    Il re dell’orchestra

    Il clarinetto è lo strumento che più probabilmente somiglia alla voce umana. Con il suo timbro duttile è capace di spaziare dalle noti più gravi a quelle più acute, mantenendo sempre un’estrema eleganza. Vogliamo raccontarvi così la sua storia che lo ha reso oggi quello che alcuni definiscono “lo strumento più bello dell’orchestra”.

    Fondazione Orchestra Regionale Toscana - Partita I.V.A. 01774620486 Privacy Policy | Cookie Policy Realizzazione sito WWS Snc